TaleteWEB

Gli strumenti informatici di rilevazione, validazione ed elaborazione dei dati clinici – Verso la Cartella Clinica Elettronica di Ricerca Psichiatrica

Il progetto: Cartella Clinica Elettronica di ricerca Psichiatrica

  • Progettazione e pianificazione delle attività di rilevazione, raccolta ed elaborazione dei dati clinici ai fini della ricerca attraverso l’utilizzo della cartella clinica elettronica psichiatrica (CCEP);
  • Definizione di un percorso per l’informatizzazione della CCEP ed in particolare delle parti della stessa necessarie ai fini della ricerca, nelle strutture e negli studi dei professionisti/ricercatori partecipanti al progetto;
  • Avvio della compilazione della CCEP ed in particolare dei dati clinici mappati per il flusso alla cartella di ricerca
  • Sviluppo della cartella di ricerca elettronica psichiatrica (CREP).

Promotori del progetto

·       Villa san Giuseppe – Ascoli Piceno

·       Healthcare Enginnering Services Srl – Ancona

·       Equipe Srl – Ancona

Comitato scientifico

Il comitato scientifico del progetto per lo sviluppo della cartella di ricerca elettronica psichiatrica (CREP), è coordinato dal dott. Alessandro Valchera (direttore sanitario della casa di cura Villa San Giuseppe) e costituito da: Laura Orsolini, Roberta Vecchiotti.

Tecnologie a supporto

Il progetto si avvale del sistema informatico TaleteWeb ed in particolare delle applicazioni «Gestione Cartella Clinica Psichiatrica», e “Gestione Cartella di Ricerca”, funzionanti con interfaccia web, che fanno parte della suite TaleteWeb Sanità http://www.talete.net

TaleteWeb© è di proprietà di Equipe srl e distribuita da HES srl

Dalla cartella clinica elettronica alla cartella di ricerca

Dati trattati
  • Nella cartella clinica elettronica saranno registrati tutti gli episodi clinici del paziente interessanti ai fini della ricerca. Ogni episodio può essere composto da uno o più eventi e da più prestazioni erogate in una singola azienda e/o da un singolo professionista/ricercatore.
  • L’uso dei dati clinici informatizzati ai fini di ricerca sarà anonimo
L’adozione della cartella clinica elettronica facilita l’utilizzo dei dati clinici ai fini di ricerca
  • Sono già su supporto informatico
  • Possono essere aggregati, elaborati statisticamente, interrogati
La raccolta dei dati clinici nella cartella clinica potrà essere finalizzata anche ai soli fini di ricerca
  • Possono confluire nel software anche dati inseriti appositamente da soggetti (strutture e/o professionisti/ricercatori) che non sono passati alla CCE ma che vogliono contribuire alla ricerca
  • L’integrazione dei dati è facilitata dall’adozione di standard quali HL7

Struttura del Net work e modalità di partecipazione

Tutte le strutture sanitarie e/o i ricercatori che partecipano al progetto registreranno i dati clinici, relativi ai pazienti ricoverati e/o alle prestazioni ambulatoriali nella CCEP (cartella clinica elettronica psichiatrica) del sistema informatico TaleteWeb appositamente configurata. Le strutture che già usano la CCEP di TaleteWeb, sia installata sui propri server che in modalità Cloud, comunicheranno automaticamente, mediante API, i dati clinici richiesti alla cartella di ricerca (installata su web server messo a disposizione da Equipe srl, accessibile dall’indirizzo www.talete.net) e sarà fornita loro la licenza d’uso illimitata dell’applicazione “Cartella di ricerca psichiatrica”.

Per le altre strutture che non adottano la CCEP di TaleteWeb sarà messa a disposizione una versione semplificata della stessa, funzionante esclusivamente in modalità Cloud, dove sarà necessario registrare solo alcuni dati del paziente e del ricovero e i dati clinici necessari ai fini della ricerca. Per attivare la CCEP semplificata saranno comunque necessarie alcune attività di configurazione e formazione.  A queste strutture/ricercatori sarà concesso il diritto d’uso della CCEP semplificata (utilizzabile solo ai fini della ricerca e non ai fini clinici, quindi con funzionalità ridotte) e dell’applicazione cartella di ricerca.

L’output della cartella di ricerca

Nel pannello della cartella di ricerca saranno inseriti dei pulsanti attraverso i quali si potrà selezionare una serie di filtri per poter ‘estrapolare’ i dati sia dai ricoveri in corso o già effettuati sia dalle visite ambulatoriali. Si potranno estrarre i dati da tutti i reparti (compresi i pazienti solventi). Si potranno estrarre dati sia dalla cartella infermieristica, che del tecnico della riabilitazione psichiatrica, che medica e psicologica.

I dati selezionati con una serie di filtri si potranno esportare su una apposite griglie Excel.

Esempio di dati inviati ed estraibili dalla cartella di ricerca

In particolare si avrà la possibilità di estrarre dati in base a:

  • Diagnosi di dimissione
  • Diagnosi di accettazione
  • Caratteristiche socio­demografiche del degente (range di età, sesso, occupazione, ecc.) a seconda delle schede di valutazione effettuate (es. infermieristiche, mediche, psicologiche, tecnici della riabilitazione)
  • Periodo di ricovero
  • Tipologia di reparto
  • Tipologia di farmaci assunti in passato (cfr. scheda anamnesi psicofarmacologica)
  • Tipologia di farmaci prescritti alla dimissione
  • Provenienza del paziente (ambulatoriale o ricovero)
  • Numero di ricoveri nella struttura etc
  • Selezionare all’interno di ogni scala di valutazione dei filtri per poter selezionare solo pazienti all’interno di uno specifico cut­off della scala (vedi esempio esplicativo n.4)
  • Inoltre si potranno ottenere ad es. per le schede di valutazione l’andamento temporale dei punteggi di uno specifico test.

Obiettivi del progetto di ricerca

Alcuni possibili obiettivi:
1)  Obiettivo: poter selezionare tutti i pazienti con una diagnosi di dimissione di ‘Disturbo Bipolare’ (con o senza altre diagnosi) nella fascia di età dai 18 ai 35 anni di qualsiasi sesso senza altre restrizioni socio­demografiche che hanno effettuato sia la TEMPS­A, la TAS, la PANSS e la MOAS durante il ricovero. Lo scopo è valutare le correlazioni tra il punteggio alla TEMPS­A totale e alle sottoscale (quindi si potrà estrapolare i punteggi totali e sottoscale), quelli della TAS, della BPRS (che viene ripetuta nel corso del ricovero) e della MOAS (idem della BPRS).

Si potrà ottenere una griglia Excel con i pazienti selezionati (identificabili tramite un codice) con diagnosi di disturbo bipolare con, nelle altre colonne, tutti gli altri dati estrapolati. Ovviamente per le scale che richiedono più di una somministrazione durante il ricovero (es. BPRS) si avranno i punteggi di tutte le valutazioni con specificato il tempo in cui è stata fatta (es. BPRS eseguita al momento del ricovero sarà indicata come ‘BPRS t0′, BPRS eseguita a 15 giorni dal ricovero sarà indicata come ‘BPRS t15′ e così via).

Qualora si abbiano pazienti che presentano una diagnosi di disturbo bipolare che abbiano effettuato tutti i tests selezionati tranne uno (es. tranne la MOAS) si potranno ugualmente visualizzare con una nota che indichi che quello specifico test non è stato somministrato. (Si inserirà un alert che chiede ‘n. X di pazienti selezionati secondo i criteri di ricerca non presentano compilata la seguente scala, si vuole lo stesso includerli nell’estrazione dei dati?”).

2)  Obiettivo: si potranno selezionare tutti i pazienti che hanno effettuato o stanno effettuando terapia con clozapina (si potrà scegliere se selezionare quelli già dimessi o quelli che sono ancora ricoverati)

3)  Obiettivo: valutare l’andamento nel tempo di una specifica scala di valutazione somministrata ad ogni visita ambulatoriale e la correlazione del relativo punteggio a tale scala con la terapia psicofarmacologica somministrata. A questo punto si potranno selezionare i pazienti solo ambulatoriali, che hanno effettuato uno specifico farmaco X e abbiano effettuato quella specifica scala Y e valutare come Y si sia modificata nel tempo in relazione alle modifiche posologiche di X (anche qui sarà comodo poter ottenere i singoli valori come formato ‘X0′ (ovvero la posologia del farmaco X a tempo t0, ovvero alla prima visita) e y0 (ovvero il valore della scala y alla prima visita) etc.

4)  Obiettivo: selezionare tutti i pazienti che presentano una diagnosi di Alcolismo ed hanno un punteggio alla sottoscala Cyclothymic della TEMPS­A nel range ad es. tra 22 e 30.

Questi sono solo alcuni esempi di possibili obiettivi. La cartella di ricerca metterà a disposizione un data base con i dati clinici omogenei e validati provenienti da tutte le strutture/professionisti aderenti al progetto. Ogni ricercatore potrà estrarre griglie in formato Excel, applicando opportuni filtri, che gli consentiranno di elaborare i dati in funzione dei propri obiettivi di ricerca.

Se siete interessati a partecipare al progetto e/o per maggiori informazioni e approfondimenti potete contattarci inviando un messaggio attraverso il link seguente e/o telefonando al responsabile tecnologico e organizzativo del progetto ing. Gregorio Paccone al numero 071.2867250 o al responsabile scientifico del progetto Dott. Alessandro Valchera al numero 0736 42325.

 

Lascia un tuo commento qui sotto o se preferisci puoi contattarci direttamente da  qui

Per ricevere i nuovi articoli relativi al progetto ed essere aggiornati sull’avanzamento dello stesso iscriviti alla newsletter

 

 

0 commenti

Lascia un Commento


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>