Tecnologia a supporto per la “ prevenzione dei rischi psicosociali ” nelle aziende sanitarie

PREMESSA

Promozione del benessere organizzativo negli ambienti di lavoro e sviluppo di azioni di contrasto dei rischi psicosociali

Molte delle considerazioni che seguono sono tratte dallo studio della dottoressa Gaia Cimolino dipendente part time dell’azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova e Consigliere di Fiducia di numerose aziende ed istituzioni pubbliche.

Il benessere psicofisico è condizione indispensabile alla buona qualità del lavoro. I professionisti che lavorano in sanità sono esposti, come è noto, ad elevati livelli di stress, che può pregiudicare la loro salute e compromettere il clima del contesto nel quale operano e quindi la qualità della prestazione erogata.

La nuova definizione di salute introdotta dal DLgs 81/2008 contiene, un’idea innovativa e ambiziosa di “salute da proteggere in ambito lavorativo”: essa deve consistere nel “benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in assenza di malattia o d’infermità”.

Ciò pone una forte sfida di cambiamento alle Organizzazioni che vogliano essere effettivamente attente a rispettare la novità giuridica e a cogliere le implicazioni da esse derivanti. Al fine di promuovere il benessere e la salute dei lavoratori, le organizzazioni possono introdurre diverse misure di prevenzione e contrasto dei così detti “nuovi rischi”, in particolare la novità riguarda la prevenzione ed il contrasto del disagio psicosociale in cui rientra lo stress lavoro correlato.

La prevenzione deve prevedere tecniche integrate, a rete, che vanno dalla valutazione del rischio da stress lavoro correlato, che è obbligatoria, a tutte quelle possibili attività volontarie destinate al benessere dei lavoratori, tra cui l’adozione di un codice di condotta e la nomina di un Consigliere di Fiducia (CdF); azioni che si sono dimostrate efficaci.

In un prossimo articolo parleremo più diffusamente della figura del Consigliere di Fiducia e delle sue funzioni (iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in anteprima i prossimi articoli in materia di prevenzione dei rischi psicosociali).

METODOLOGIA E TECNOLOGIA A SUPPORTO

Il sistema TaleteWeb, per dare una risposta concreta alle esigenze delle strutture sanitarie in materia di prevenzione dei rischi psicosociali, si è arricchito nel corso del 2015 di nuove funzionalità finalizzate a:

  • Raccolta ed elaborazione dei dati riguardanti l’aspetto quantitativo e qualitativo del fenomeno del mobbing attraverso la somministrazione on line di appositi questionari;
  • Valutazione e gestione rischio stress lavoro correlato attraverso la somministrazione on line di appositi questionari;
  • Raccolta dei dati riguardanti l’aspetto quantitativo e qualitativo del benessere organizzativo attraverso la somministrazione on line di appositi questionari;
  • Analisi di burnout attraverso la somministrazione on line di appositi questionari;
  • Elaborazione, valutazione dei dati attraverso la produzione di un sistema di reporting estremamente efficace, consultabile dalle funzioni organizzative autorizzate direttamente on line, e Individuazione delle possibili cause dei diversi fenomeni (stress, benessere, mobbing, burnout), con programmazione e monitoraggio delle relative azioni proattive e reattive

Accedi alla nostra piattaforma on line per provare la compilazione del questionario per la valutazione del benessere organizzativo e la compilazione del questionario per l’elaborazione dei dati relativi al fenomeno del mobbing. Scarica l’istruzione e le credenziali d’accesso ed iscriviti alla nostra newsletter. Nel prossimo articolo forniremo le credenziali per accedere ai questionari per la valutazione stress lavoro correlato e burnout.

Scarica le istruzioni e le credenziali d’accesso cliccando QUI

Prevenzione Rischio Psicosociale

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in anteprima i nuovi articoli sul progetto