Rischio Clinico – Nuova funzionalità “Igiene mani”

“Cure più pulite sono cure più sicure”. L’igiene delle mani e la prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza sanitaria. Come ampiamentenoto in ambito sanitario, la promozione dell’igiene delle mani è una misura di primaria importanza per la prevenzione delle ICA (Infezioni Correlate all’Assistenza Sanitaria e Sociosanitaria), e cioè delle infezioni acquisite in ospedale o in altri […]

TaleteWeb: settimana di formazione in Sardegna

“La cartella clinica informatizzata – come cambia il management sanitario” E’ il titolo del corso di formazione organizzato dal sindacato FSI  (federazione Sindacati Indipendenti) nell’ambito di un percorso formativo rivolto agli operatori della sanità di Sassari e Nuoro. Il 22 ottobre a Sassari e il 23 ottobre a Nuoro i due eventi, che hanno visto […]

Prevenzione dei rischi psicosociali. Il Consigliere di Fiducia (CdF)

Promozione del benessere organizzativo negli ambienti di lavoro e sviluppo di azioni di contrasto dei rischi psicosociali a cura di Dott.ssa Gaia Cimolino Consigliera di Fiducia presso l’Istituto Zooprofilattico della Sicilia e l’Azienda Ospedaliera Mellino Mellini di Chiari In un precedente articolo abbiamo anticipato come l’inserimento della figura del Consigliere di Fiducia (CdF) rappresenti una delle […]

Le attività di “ prevenzione dei rischi psicosociali ” nelle aziende sanitarie

Tecnologia a supporto per la “ prevenzione dei rischi psicosociali ” nelle aziende sanitarie PREMESSA Promozione del benessere organizzativo negli ambienti di lavoro e sviluppo di azioni di contrasto dei rischi psicosociali Molte delle considerazioni che seguono sono tratte dallo studio della dottoressa Gaia Cimolino dipendente part time dell’azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova e […]

Programma Integrato di Miglioramento dell’organizzazione sanitaria (PIMO)

Programma Integrato di Miglioramento dell’organizzazione sanitaria (PIMO) Premessa Lo scorso 5 giugno la Giunta della Regione Lombardia ha approvato il “Nuovo programma integrato di miglioramento dell’organizzazione sanitaria (PIMO)”. Il provvedimento, per la prima volta, fornisce indicazioni uniformi per l’implementazione dei percorsi di miglioramento delle organizzazioni sanitarie in tutte le strutture ospedaliere lombarde.

Metodologia e strumento informatico per l’autovalutazione delle competenze del referente qualità e rischio clinico

Proposta di metodologia e strumento informatico per l’autovalutazione delle competenze del referente qualità e rischio clinico in una azienda sanitaria Premessa Un’azienda sanitaria che intenda promuovere in modo concreto il miglioramento della qualità e della sicurezza (del paziente, del visitatore, dell’operatore), non si può limitare a miglioramenti occasionali, isolati, affidati all’iniziativa di piccoli gruppi di […]

Progetto di informatizzazione della gestione del rischio clinico e della qualità in un’azienda sanitaria

Progetto ASL di Caserta

Al via il progetto di informatizzazione della gestione del rischio clinico e della qualità: “UN PERCORSO VERSO L’ECCELLENZA”.

Obiettivo primario del progetto è quello di perseguire in modo strutturato e sistemico, grazie ad un percorso di Sanità Digitale, il miglioramento continuo della sicurezza (per il paziente, per i visitatori e per gli operatori) e della qualità delle prestazioni e quindi della soddisfazione di tutti i portatori di interessi a partire, ovviamente, dagli utenti/pazienti Continua a leggere

Sanità digitale; l’Italia un paese in “bianco e nero”

Il bianco

Noi tutti operatori del settore ITC  accogliamo con estremo interesse il prossimo Forum Sanità digitale al via dal 10 settembre al campo Luiss di Roma.

TaleteWEB“Obiettivo dell’incontro è quello di tracciare una rotta verso una salute universale, equa e sostenibile. Il presupposto di tutto questo è un consolidamento della ‘via digitale’ alla sanità. Consolidamento possibile solo a partire da una reale comprensione del tema e da un dialogo inclusivo di tutti gli attori in gioco. Per questo nasce S@lute, un evento promosso dall’Agenzia ricerche innovazione società (Aris) e da Osservatorio Netics”

Il nero

Peccato che solo poche settimane su tutta la stampa nazionale veniva pubblicata la seguente notizia:

La Regione Lazio ai medici: “Scrivete in stampatello sulle cartelle cliniche, si evitano l’84 % degli errori sanitari”.  L’invito è contenuto nelle Linee guida regionali per la gestione del rischio clinico in ospedale. In numerosissimi casi gli sbagli nelle indicazione della terapia derivano da calligrafie incomprensibili.

Le spinte contrapposte

Ecco queste due notizie pubblicate a distanza di poco tempo l’una dall’altra dimostrano quando la sanità italiana sia ancora governata da spinte fortemente contrapposte e la lettura delle due notizie mette in luce questo forte divario. Da una parte si lavora per un utilizzo massivo e sistemico dell’information technology in sanità e dall’altra ancora si invitano gli operatori “a scrivere in stampatello”.

Cosa ne pensate?

Un nuovo modo per gestire il contenzioso MedMal: l’innovazione di Taleteweb – parte 2

Nella prima parte di questo articolo (Un nuovo modo per gestire il contezioso MedMal: l’innovazione di Taleteweb – parte 1), abbiamo raccontato, attraverso un case history, le attuali condizioni operative che riguardano la gestione del contenzioso MedMal.  Abbiamo introdotto l’incontro tra la Fondazione Poliambulanza di Brescia e l’azienda Equipe srl, e soprattutto abbiamo parlato di TaleteWeb© creato con l’intento di  facilitare il lavoro dell’Ufficio Legale, attraverso una rete tra le diverse articolazioni della Fondazione e di limitare al massimo il rischio di errore.

Continua a leggere

Gli strumenti informatici di rilevazione, validazione ed elaborazione dei dati clinici – Verso la Cartella Clinica Elettronica di Ricerca Psichiatrica

Il progetto: Cartella Clinica Elettronica di ricerca Psichiatrica

  • Progettazione e pianificazione delle attività di rilevazione, raccolta ed elaborazione dei dati clinici ai fini della ricerca attraverso l’utilizzo della cartella clinica elettronica psichiatrica (CCEP);
  • Definizione di un percorso per l’informatizzazione della CCEP ed in particolare delle parti della stessa necessarie ai fini della ricerca, nelle strutture e negli studi dei professionisti/ricercatori partecipanti al progetto;
  • Avvio della compilazione della CCEP ed in particolare dei dati clinici mappati per il flusso alla cartella di ricerca
  • Sviluppo della cartella di ricerca elettronica psichiatrica (CREP).

Continua a leggere