Accreditamento Istituzionale – 6° Criterio: appropriatezza clinica e sicurezza

Proposta di metodologia e strumento informatico per la autovalutazione della conformità ai requisiti del 6° criterio/fattore di qualità: Appropriatezza clinica e sicurezza La Proposta di modello per l’accreditamento istituzionale delle strutture ospedaliere pubblicata da AGENAS nel Giugno 2015, prevede che le strutture ospedaliere che affrontano il percorso di accreditamento istituzionale debbano effettuare un’autovalutazione della propria organizzazione, […]

Sanità e innovazione digitale: cartella clinica elettronica in forte crescita

Presentati i dati dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano.

Gli investimenti per la digitalizzazione della sanità italiana nel 2015 si attestano intorno a 1,34 miliardi di euro, pari all’1,2% della spesa sanitaria pubblica (circa 22 euro pro capite) indicando una sostanziale stabilità rispetto al 2014 (1,37 miliardi di euro). In particolare, 930 milioni di euro sono stati spesi dalle strutture sanitarie, 320 milioni dalle regioni, 70 milioni dai 47 mila Medici di Medicina Generale e 18 milioni direttamente dal Ministero della Salute.
La Cartella Clinica Elettronica (CCE) è il principale ambito in cui le strutture sanitarie hanno investito con una spesa pari a 64 milioni di euro, +10% rispetto al 2014, un valore in crescita nel 2016 per il 43% delle aziende del campione. 61 milioni di euro di budget sono stati investiti nei sistemi di front-end, per il Disaster Recovery e la continuità operativa sono stati spesi 48 milioni, 39 milioni di euro quelli erogati per la gestione amministrativa delle risorse umane e 26 milioni per la gestione informatizzata dei farmaci. Importante anche l’ambito dei sistemi di gestione documentale e di conservazione a norma, per il quale il 58% dei CIO prospetta aumenti nel 2016, a fronte di una spesa attuale di 24 milioni di euro. Il 40% dei CIO prevede un aumento di spesa nei servizi digitali al cittadino, spesa che ad oggi si attesta intorno ai 19 milioni di euro.

Leggi l’intero articolo: CLICCA QUI

Benessere organizzativo e accreditamento istituzionale

Benessere organizzativo: un requisito della nuova proposta di accreditamento istituzionale Le nuove proposte di modelli per l’accreditamento istituzionale delle strutture sanitarie includono tra i requisiti del fattore/criterio relativo alla “buona comunicazione” le modalità di valutazione delle relazioni tra il personale e l’organizzazione (contesto organizzativo) attraverso l’analisi del clima organizzativo/soddisfazione degli operatori.

Rischio Clinico – Nuova funzionalità “Igiene mani”

“Cure più pulite sono cure più sicure”. L’igiene delle mani e la prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza sanitaria. Come ampiamentenoto in ambito sanitario, la promozione dell’igiene delle mani è una misura di primaria importanza per la prevenzione delle ICA (Infezioni Correlate all’Assistenza Sanitaria e Sociosanitaria), e cioè delle infezioni acquisite in ospedale o in altri […]

Prevenzione dei rischi psicosociali. Il Consigliere di Fiducia (CdF)

Promozione del benessere organizzativo negli ambienti di lavoro e sviluppo di azioni di contrasto dei rischi psicosociali a cura di Dott.ssa Gaia Cimolino Consigliera di Fiducia presso l’Istituto Zooprofilattico della Sicilia e l’Azienda Ospedaliera Mellino Mellini di Chiari In un precedente articolo abbiamo anticipato come l’inserimento della figura del Consigliere di Fiducia (CdF) rappresenti una delle […]

Le attività di “ prevenzione dei rischi psicosociali ” nelle aziende sanitarie

Tecnologia a supporto per la “ prevenzione dei rischi psicosociali ” nelle aziende sanitarie PREMESSA Promozione del benessere organizzativo negli ambienti di lavoro e sviluppo di azioni di contrasto dei rischi psicosociali Molte delle considerazioni che seguono sono tratte dallo studio della dottoressa Gaia Cimolino dipendente part time dell’azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova e […]

Programma Integrato di Miglioramento dell’organizzazione sanitaria (PIMO)

Programma Integrato di Miglioramento dell’organizzazione sanitaria (PIMO) Premessa Lo scorso 5 giugno la Giunta della Regione Lombardia ha approvato il “Nuovo programma integrato di miglioramento dell’organizzazione sanitaria (PIMO)”. Il provvedimento, per la prima volta, fornisce indicazioni uniformi per l’implementazione dei percorsi di miglioramento delle organizzazioni sanitarie in tutte le strutture ospedaliere lombarde.

Progetto di informatizzazione della gestione del rischio clinico e della qualità in un’azienda sanitaria

Progetto ASL di Caserta

Al via il progetto di informatizzazione della gestione del rischio clinico e della qualità: “UN PERCORSO VERSO L’ECCELLENZA”.

Obiettivo primario del progetto è quello di perseguire in modo strutturato e sistemico, grazie ad un percorso di Sanità Digitale, il miglioramento continuo della sicurezza (per il paziente, per i visitatori e per gli operatori) e della qualità delle prestazioni e quindi della soddisfazione di tutti i portatori di interessi a partire, ovviamente, dagli utenti/pazienti Continua a leggere